Rete Autovie Venete, Autostrada A4-A23-A28-A57-A34

SERVIZIO: Catasto stradale informatizzato
COMMITTENTE: Autovie Venete SpA
OPERA: Catasto informatizzato della rete autostradale
ANNO: 2012

DESCRIZIONE: Su incarico di Autovie Venete, nel 2012 è stato eseguito un rilievo dell’intera rete autostradale in concessione, comprese le bretelle, ai fini della costituzione del Catasto delle Strade ai sensi del DM 1/6/2001 e per l’aggiornamento dei dati relativi alla zonizzazione acustica.

In particolare, il servizio ha riguardato le seguenti tratte autostradali:
A4 (Autostrada Serenissima), nel tratto dall’interconnessione con la tangenziale di Mestre fino a Sistiana; A57-tangenziale di Mestre; A23, nel tratto Palmanova-Udine sud; A28, Portogruaro-Pordenone-Conegliano; A34, Villesse-Gorizia.

L’acquisizione dei dati di campagna è avvenuta tramite rilievo laser scanner terrestre con veicolo Lynx Mobile Mapper e mediante volo aereo LiDAR fotogrammetrico: il primo finalizzato all’aggiornamento del Catasto, il secondo per l’analisi acustica del territorio e dei ricettori adiacenti alla rete autostradale.

Il Lynx Mobile Mapper ha permesso di rilevare e censire in breve tempo, proprio grazie alla sua performante tecnologia, la rete autostradale, percorrendola alla velocità di crociera di 70-80 km/h e restituendone un rilievo georiferito 3D con accuratezza migliore di 5 cm e risoluzione fino ad 1 cm.

La georeferenziazione dei punti è permessa grazie all’interfacciamento dei sensori laser con il sistema di localizzazione POS Applanix di elevata performance in grado di determinare istante per istante l’assetto del veicolo e la sua traiettoria. Il sistema di scansione è formato da n° 2 laser che, compiendo rotazioni di 360°, realizzano ognuno una superficie di scansione circolare (R >200 m), inclinata di 45° rispetto alla direzione di marcia e di 20° rispetto al piano verticale.

La fase di post-processing ha previsto la restituzione deiseguenti prodotti:

  • grafo stradale (giunzioni, elementi stradali, aree di traffico);
  • tabelle di censimento nella versione .GDF prevista dal DM 2001 ed in formato ASCII per l’archiviazione nel database del cliente;
  • filmati e tracciati dei vari itinerari stradali percorsi;
  • segnaletica verticale con i relativi attributi.

Per quanto riguarda il rilievo aereo LiDAR fotogrammetrico è stato utilizzato il Riegl LMS-Q560, strumento di ultima generazione che consente la “Full Waveform Analysis”, ossia la raccolta di tutti gli echi di risposta.

Per la fotogrammetria è stata impiegata una camera metrica digitale ad alta risoluzione e sincronizzata allo scanner laser.

La fase di post-processing ed analisi dei dati LiDAR fotogrammetrici ha previsto:

  • realizzazione del “Building Digital Model” (BDM);
  • classificazione del terreno (Clutter) ed il fono assorbimento in relazione alla tipologia del terreno stesso.
  • aggiornamento dei ricettori rispetto a quelli esistenti.

SETTORE:

  • Rilievi laser scanner

TORNA A STRADE E AUTOSTRADE >